Fondo Rotativo

Fondo Rotativo

Il Fondo Rotativo prevede incentivi destinati alle imprese alberghiere.

Finalità

Le finalità sono gli interventi di riqualificazione energetica, sostenibilità ambientale e innovazione digitale.

Beneficiari

Gli incentivi sono riconosciuti alle imprese alberghiere, alle strutture che svolgono attività agrituristica, alle strutture ricettive all’aria aperta, nonché alle imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, compresi gli stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici, parchi tematici, inclusi i parchi acquatici e faunistici.

Interventi Ammissibili

a) interventi di riqualificazione energetica, compresa la sostituzione integrale o parziale dei sistemi di condizionamento in efficienza energetica dell’aria;
b) interventi di riqualificazione antisismica;
c) interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
d) interventi edilizi funzionali alla realizzazione degli interventi di cui alla lettera a) e b);
e) interventi di realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività termali;
f) interventi per la digitalizzazione;
g) acquisto/rinnovo arredo;
h) interventi riguardanti i centri termali, i porti turistici, i parchi tematici, inclusi i parchi
acquatici e faunistici;

Spese ammissibili

a) servizio di progettazione (max il 2%)
b) suolo aziendale e sue sistemazioni (max il 5%)
c) fabbricati, opere murarie e assimilate (max il 50%)
d) macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica
e) spese per la digitalizzazione (esclusi i costi relativi alla intermediazione commerciale, max il 5%);Le spese ammissibili, al netto dell’ IVA, non devono essere inferiori a € 500.000,00 (cinquecentomila/00) e non superiori a € 10.000.000,00 (diecimilioni/00).

Agevolazioni

Gli incentivi coprono il 100% della spesa ammissibile con un contributo a fondo perduto, un finanziamento agevolato e un finanziamento bancario di pari importo.
Il contributo diretto alle spese è concesso in base alla dimensione di impresa e alla localizzazione dell’impresa. Per i programmi realizzati nelle regioni Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, il contributo diretto alla spesa è articolato come segue:

  • per le imprese di dimensioni micro, 30 % a fondo perduto e 70% finanziamento (di cui 35% finanziamento agevolato e 35 % finanziamento bancario con banca convenzionata);
  • per le imprese di piccola dimensione 23 % a fondo perduto e 77% finanziamento (di cui 38,5 % finanziamento agevolato e 38,5 % finanziamento bancario con banca convenzionata);
  • per le imprese di media dimensione 18 % a fondo perduto e 82% finanziamento (di cui 41% finanziamento agevolato e 41% finanziamento bancario con banca convenzionata);
  • per le imprese di grandi dimensioni 10 % a fondo perduto e 90% finanziamento (di cui 45 % finanziamento agevolato e 45 % finanziamento bancario con banca convenzionata);

Termine

In attesa di determinazione.

Vuoi più informazioni?

Per maggiori informazioni e per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa, compila il form.

Potrebbero interessarti:

Green New Deal 2022

Decreto Interministeriale MISE MEF 01/12/21 Decreto Direttoriale MISE 23/08/22 Dotazione 600 milioni di euro, a valere sul Fondo rotativo per le imprese e gli investimenti in ricerca (FRI) 150 milioni

Scopri di più

Bonus Energia Regione Campania

La Regione Campania ha stanziato 58 milioni di euro per sostenere le imprese manifatturiere del territorio che nel 2022 hanno subìto un incremento del costo dell’energia dovuto alla crisi energetica.

Scopri di più